Home > Argomenti vari > Amore Fatato

Amore Fatato

30 Novembre 2007

 

Ma voi sapete come esprimono e vivono l’Amore le Fate?  In generale, gli amanti fatati son considerati esigenti, imprevedibili e talvolta pericolosi! Ma, fondamentalmente, le Fate come gli esser umani, possono avere atteggiamenti ambivalenti rispetto all’amore: possono fuggire, stimolando la fiamma del desiderio negli inconsapevoli amanti o "perseguitarli" offrendosi a loro, come accadde a Lachlann, umano che dopo essersi innamorato e aver sposato una fata, se ne stancò tentando di abbandonarla. Si trasferì in America Settentrionale, dove ritrovò ad attenderlo proprio l’eterica moglie, decisa a non lasciarlo andare! 

Ricordiamo che l’unione con un essere fatato significa entrare in contatto con la forza primigenia della creazione; quindi per molti può rivelarsi qualcosa di estremamente utile per un percorso spirituale. L’amante fatato può diventare una guida verso l’illuminazione o viceversa condurci alla perdizione e molto dipende da noi! Si può quindi cercare un amore fatato ricordando che andremo incontro ad un’esperienza concreta che muterà un po’ le nostre prospettive, senza mai dimenticare che il mondo reale e quello fatato , in realtà, son diversi ma coincidenti. Ciò significa che potremmo guardare con altri occhi il nostro partner,  scoprendo particolari "fatati", in lui e che potremmo invece trovare un partner se ancora non lo abbiamo. Insomma, dedicarsi alla ricerca dell’amante feerico significa, in fondo, entrare in contatto con la nostra voglia di essere amati e proiettarla in qualche modo sul mondo concreto! C’e’ un’intima corrispondenza tra i due universi: tentare di separarli provoca soltanto guai e cercare un’amante feerico significa, in fondo, dedicarsi un po’ di tempo per viaggiare dentro noi stessi, alla ricerca dei nostri reali bisogni per trovare la strada per esprimerli più autenticamente!

 

 

E adesso, chiudete gli occhi, aspettate un po’ e in quella dimensione di mezzo, tra la realtà e la fantasia, dove risiede il Reame Fatato, potrete entrare in contatto con il vostro amante feerico. Guardatelo, osservatelo, raccontategli ciò che volete. Provate a sentire che vi dice, quindi riaprendo gli occhi disegnatelo o scrivete qualcosa. Vedrete che scoprirete qualcosa su voi stessi!

  1. 2 Dicembre 2007 a 9:21 | #1

    Bellissimo post, complimenti collega fata e grazie per il TVB!!!

    Io ti dico IDEM!!! ^___^

    Ma veniamo al punto:

    amore fatato?

    Se non lo fosse che gusto ci sarebbe?

    L’amore è uno dei sentimenti più magici dell’Universo, quello che fa ruotare il mondo nella direzione giusta, quello che può far vivere ciascuno di noi in una dimensione unica, dove felicità e pace si fondono insieme.

    Chiudere gli occhi ed entrare in contatto col nostro amore feerico…cercarlo…trovarlo e lasciarsi trasportare completamente.

    Bè, credetemi amici miei, ne vale proprio la pena, perchè, come dice una vecchia canzone:

    “Senza l’amore un uomo che cos’è?”

    Baciotti!

  2. 2 Dicembre 2007 a 12:47 | #2

    bellissimo post , affascinante !

    L’ amore è l’ energia vitale che ti dà la forza e il coraggio di andare contro tutto e tutti, l’essenza della vita stessa.

    un bacio

    maya

  3. 2 Dicembre 2007 a 15:29 | #3

    Grazie del tuo passaggio…

    Un caro saluto..e a presto…

    Luly

  4. 2 Dicembre 2007 a 18:47 | #4

    ho anch’io una sexy fatina che mi perseguta…

    one

  5. 2 Dicembre 2007 a 21:20 | #5

    Ed io che sto già vivendo un amore fatato?

    Io se chiudo gli occhi non vedo che lui…sarò pazza o sarà magia! :)

    Non so come dire il tuo post è… è… magico, le immagini che hai messo mi mettono tranquillità!

    Belle brava!!!

    Giorgia

  6. 3 Dicembre 2007 a 13:44 | #6

    Io ho vissuto un amore magico e fatato, il destino ci ha separati ma l’Amore vive ancora dentro di noi e siamo certi che non ci lascerà mai… un sorriso incantato dal vento

  7. 4 Dicembre 2007 a 2:06 | #7

    Mah, non so che pensare. In effetti nelle tue bellissime storie c’è più di un fondo di verità. Io sono stato amato, molto più di quanto non meritassi, da due…donne? fate? non lo so. So che entrambe avevano una sensibilità ultraterrena, mi leggevano dentro meglio di quanto facessi io stesso…

    Oggi si chiamano sensitive, empatiche e mille altri termini. C’è da crederci? Boh…

  8. 5 Dicembre 2007 a 22:27 | #8

    Proverò l’arcano disegno e cerchero di esplorare il mio andare nell’amore. Penso al casino che sempre riesco a combinare e chi sa questa volta a che conclusioni arriverò.Augurami buana fortuna o coeli che di fate sa molto assai.

  9. 7 Dicembre 2007 a 14:29 | #9

    I tuoi racconti hanno sempre un non so che di affascinante… l’amore quello vero forse è veramente qualcosa di magico, vive nei sogni che la notte avvolge e in quelli che il sole accarezza… e quando si allontana da noi, lascia sempre l’alone di un ricordo dolcissimo perchè la polvere magica che è rimasta sul nostro corpo non vola via con un colpo di vento…

    Un abbraccio ;)

I commenti sono chiusi.